Il maestro gay che nessuno vorrebbe

Sull’onda della recente battuta di Berlusconi, sembra che l’on. Fini abbia dichiarato qualche anno fa che non vorrebbe che i suoi figli abbiano un maestro gay.

Non so se questo sia davvero successo, ma non e’ questo il punto. Da dovunque venga questa dichiarazione è di una stupidità sconcertante.

In effetti se questo fosse il criterio per scegliere i maestri, io posso proporre varie altre scelte:

– il primo è un maestro pedofilo. Gli piacciono solo le donne e le bambine, ma essendo completamente etero va perfettamente bene.

– il secondo è un maestro razzista. Lui lascia i bimbi non ariani in un angolo e ai bambini con la pelle troppo scura non dà neanche la merendina. Ma è etero, quindi va bene anche lui.

– il terzo è un maestro violento. Nella vita privata e’ considerato un sadomasochista. Tira ceffoni, sculaccia con il righello, fa mettere in ginocchio sulle matite. Essendo etero, dovrebbe andar benissimo.

– il quarto è un maestro incompetente a cui è stato dato il posto grazie a certe amicizie. Lui non fa niente, legge il giornale e ascolta musica, tanto i bimbi di oggi imparano a leggere e a scrivere da soli sul computer di casa. Anche lui è etero, anche lui andrà bene.

Se poi qualche genitore avesse qualcosa da ridire, lo si può sempre zittire facilmente minacciandolo di sostituire uno dei quattro con un maestro competente, attento, premuroso, e pure motivato, ma gay.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...