La Grande Alleanza per riformare l’Italia

Ho sentito Bersani alle “invasioni barbariche”, ha detto piu’ o meno quello che proponevo. Per riassumere:

1. Riunire tutti tranne il PDL attorno a 4-5 punti fondamentali (riforma elettorale, riforma magistratura, riforma istituzionale);
2. buttar fuori il sistema Berlusconi;
3. fare quelle poche riforme istituzionali che non permettano piu’ a pochi e potenti oligarchi di controllare il Paese con rischio imbecillimento generale e falsa democrazia;
4. E poi ognuno per la sua strada.

I rischi che pero’ non si arrivi a  convincere nessuno sono tanti.

1. Per gli italiani, votare un partito vuol dire scegliere chi e’ il capo a cui obbedire. Bisogna fare capire che qui e’ un’altra situazione. Si fa un passo indietro, si ritorna ai fondamentali, si riforma, e poi si riparte. L’unico modo di farlo capire e’ di impegnarsi a tornare alle elezioni una volta riformato il sistema. E l’unico modo di farglielo credere, e’ di dare le chiavi della transizione ad uno che non possa poi diventare concorrente dopo. Un esterno. [nota: se ho ben capito stanno facendo in Tunisia qualcosa di simile]

2. Per quanto riguarda gli altri partiti, sara’ dura convincere i vari capetti dai Fini ai Vendola a stare assieme. E’ per questo che bisogna essere chiari: non si sta assieme per spartirsi il potere a lungo termine. Si sta assieme per riformare le istituzioni e ripartire con regole del gioco piu’ moderne e uguali per tutti. Non bisogna neanche entrare nel merito di progetti politici e problematiche specifiche (tipo tasse, eutanasia, federalismo, contratti nazionali, Afghanistan…), perché tutto cio’ non si puo’ neanche discutere se nessuno ha fiducia nelle regole del sistema.

3. Il programma elettorale deve essere chiaro come l’aria, semplicissimo, epurato, corto. Pochi e chiarissimi punti a corto termine, che siano chiari a entrambi i cittadini e ai partiti stessi. Raggiunti quei punti, si rivota.

Una risposta a “La Grande Alleanza per riformare l’Italia

  1. Pingback: Trovato! Ci vuole un Castellani | Cosa dire…?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...